MASTER IN GESTIONE STRATEGICA DELLE EMOZIONI

MASTER IN GESTIONE STRATEGICA DELLE EMOZIONI:
Dal conflitto come opportunità, al saper gestire la demotivazione per prevenire il burnout.

PREMESSA

Lo stress continuo può far sentire spesso disillusi, senza speranza e completamente esauriti e, se queste sensazioni permangono a lungo, probabilmente si sta flirtando con il Burnout. In questa situazione i problemi sembrano insormontabili, tutto sembra tetro ed è difficile ritrovare le energie per prendersi cura della situazione. Il rapporto con gli altri può diventare fonte di sofferenza che si può riflettere nel nostro comportamento verso di loro o in sintomi di natura psicosomatica verso noi stessi.
Si rende quindi essenziale fornire ai partecipanti strumenti e metodi di gestione delle relazioni con i pazienti in degenza, oltre a modelli e tecniche per prevenire, identificare e gestire la sindrome del burnout.

OBIETTIVI DEL PROGRAMMA

Attraverso modelli teorici collaudati, riflessioni guidate e attività d’aula, i partecipanti saranno introdotti in maniera graduale e naturale a nuovi modelli e verificheranno attraverso esercizi la bontà dei medesimi. Il lavoro verrà svolto su casistiche reali che i partecipanti affrontano nel lavoro quotidiano.
Il master prenderà in considerazione il singolo individuo, aiutandolo a valutare il proprio livello di stress e le strategie idonee per trattarlo. Inoltre, saranno identificate le principali cause organizzative di stress e il gruppo disegnerà insieme un piano di azione per indirizzarle in maniera più adeguata.

•    Familiarizzarsi con i concetti di ascolto attivo, responso empatico e feedback dialogato per potersi relazionare      con gli in maniera consapevole e differenziata.
•    Imparare l’arte di attingere dall’energia emotiva insita nelle relazioni con gli altri
•    Acquisire modelli flessibili di analisi dei problemi e di costruzioni delle soluzioni
•    Elaborare piani organizzativi e personali di prevenzione e gestione del burnout

STRUTTURA DEL MASTER

FASE 1 – LAVORI PRELIMINARI

Per aiutare i partecipanti a massimizzare il valore del loro impegno personale e collettivo, proporremo una serie di riflessioni guidate, una sorta di test del burnout per identificare le aree critiche e affrontarle. Inoltre servirà per misurare il risultato del master in quanto lo stesso test verrà riproposto alla fine delle sessioni.

FASE 2 – EROGAZIONE

In considerazione delle tematiche trattate, il seminario richiede 4  giornate intense (7 moduli) e non necessariamente consecutive di formazione.

Modulo I

La comunicazione
Ostacoli alla comunicazione
Comunicazione/Condivisione
Finestra di Johari
Sei ciò che pensi di essere
Feedback: come mi vedo Io come mi vedono gli altri
Esercitazione

Modulo II

La Relazione
Elementi della relazione (Razionalità, Emotività, Spiritualità)
L’interesse reciproco (Bisogni umani fondamentali)
Emozioni e sentimenti (teoria ed esercizi)
L’origine del conflitto: senso do colpa/responsabilità
Proiezione-Percezione-Giudizio
La psicologia incontra la fisica
Esercitazione

Modulo III

La relazione in gruppo
Individuo e gruppo (teoria e riflessioni guidate)
Il potere delle credenze
Attività di teambuilding fra i partecipanti
Definizione obiettivi di crescita personali
Test
Esercitazione

Modulo IV

Il burnout
Stress e Burnout
Cause del burnout:
-Legate al lavoro
-Legate allo stile di vita
-Legate alla personalità

Modulo V

Prevenzione  e gestione del burnout
Affrontare il problema attivamente:
-Ridurre e gestire lo stress
-Identificare i fattori stressanti
-Chiarire le proprie responsabilità e opzioni.
-Riprogrammare il tempo
-Cambiare l’ambiente di lavoro
-Cambiare la relazione con il fattore di stress

Modulo VI

Strategie di recupero dal burnout
Strategia #1: Rallentare
Strategia #2: Cercare il sostegno adatto
Strategia #3: Riesaminare obiettivi e priorità
Recupero dal burnout: riconoscere le proprie perdite

Modulo VII

Dinamiche organizzative
L’arte di organizzarsi
Leadership e membership
Comportamento in gruppo (razionalità, emotività, valori)
Il desiderio di giustizia
Bisogno di auto-realizzazione
Essere parte di un gruppo

Numero di partecipanti: massimo 20.